Live Sicilia

Parla Sergio Lari

"Nuovi collaboratori di giustizia?
Servirebbero per fare chiarezza"


Articolo letto 5.512 volte
VOTA
1/5
1 voto

lari, nuovi pentiti, Cronaca
"E' possibile, anzi probabile in casi come questi l'arrivo di nuovi collaboratori di giustizia". Formula questa previsione, dai microfoni di Radio 24, il procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari, dopo l'operazione "Grande Vallone", "partita proprio da pentiti anche recenti". Intervistato per la rubrica Storiacce di Raffaella Calandra, Lari dice di "far suo" l'auspicio di Antonello Montante, delegato Confindustria per la legalità, che si è augurato la nascita di nuove collaborazioni, dopo gli arresti nel nisseno. "Montante conosce bene questa realtà e sa- commenta Lari - che ci sono state in passato operazioni, che hanno consentito di acquisire collaborazioni importanti, come quella di Carmelo Barbieri. Quando si incide così profondamente nel tessuto mafioso, -nota il procuratore con Radio 24- è possibile, anzi probabile che ciò si verifichi".

Nuovi pentiti servirebbero "ad approfondire anche i rapporti con la pubblica amministrazione", dice Lari, che registra "segnali positivi nel nisseno, dal numero ingente di collaboratori in tre anni ai movimenti della società civile. E in tre anni- aggiunge- abbiamo sequestrato beni per 400 milioni". L'intervista integrale al procuratore di Caltanissetta sarà parte della rubrica Storiacce, in onda sabato alle 13.15, su Radio 24.all'indirizzo www.radio24.it


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php