Live Sicilia

La spaccatura

Il Pd abbraccia Lombardo
L'Idv scomunica Cracolici


Articolo letto 606 volte

cracolici, idv, pd, Politica
"Leggo le dichiarazioni di Antonello Cracolici che annuncia un'alleanza del Pd con l'Mpa alle prossime elezioni amministrative a Palermo nel 2012. Il Pd, quindi, non ha alcuna intenzione di ripensare il proprio sostegno al quarto governo presieduto da Lombardo, lo stesso che applaudiva Berlusconi nella sua recente visita a Lampedusa, anzi vuole estendere a tutte le prossime competizioni elettorali il sodalizio con il partito del Governatore. Con questa ulteriore scelta, se confermata, il Pd si pone di fatto al di fuori del centrosinistra, una vera e propria mutazione genetica".

Antonello Cracolici, grand commis democratico, annuncia un possibile patto di sangue per il governo politico, in chiave elettoralistica, con gli autonomisti. E Italia dei Valori non la prende affatto bene. Il precedente virgolettato è del  segretario provinciale Idv di Palermo Pippo Russo. "Italia dei Valori dice NO (scritto in maiuscolo nel comunicato)  - afferma Pippo Russo - a qualunque ipotesi di alleanza con il partito di Raffaele Lombardo, a Palermo ed in qualsiasi altro comune. Italia dei Valori, invece, - conclude Russo - è impegnata in un percorso per il dopo Cammarata, già in atto e a cui più volte abbiamo chiamato il Pd a partecipare, che vede coinvolte le altre forze del centrosinistra, associazioni, movimenti e categorie per andare oltre il recinto dei partiti e parlare con tutta la città attraverso le primarie per la scelta del candidato sindaco e con un patto di programma di rinascita per Palermo". La querelle è lunga e siamo solo alla prima puntata.

Per un Idv che non ci sta, un Udc che ci starebbe. "Ho letto con attenzione le dichiarazioni del capogruppo del Pd all'Ars, Antonello Cracolici, sul governo politico. Voglio solo dire che per quanto riguarda l'Udc il tema di un governo politico alla Regione non é un tabù. Siamo pronti a discuterne nei modi, nei tempi e nelle forme opportune". A sostenerlo, in una nota, il presidente del senatori dell'Unione di Centro e coordinatore del partito in Sicilia Gianpiero D'Alia.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php