Live Sicilia

Gianfranco micciché sul suo blog

"Se non se ne vanno,
li cacceremo via noi"


Articolo letto 564 volte

gianfranco miccichè, lampedusa, migranti, Cronaca, Politica
"Adesso basta! Ci siamo davvero stancati. La misura è colma, Lampedusa è al collasso, la Sicilia sta affondando". A tuonare è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianfranco Micciché, che dalle pagine del suo blog si scaglia contro l'esodo di migranti dal Nord Africa. "Si risolva subito il problema e non c’è che un solo modo per risolverlo: se li portino via - scrive ancora Micciché - Non m’interessa dove, non m’interessa come, basta che se ne vadano via e subito, altrimenti li cacceremo via noi".

Secondo il sottosegretario "noi, siciliani, siamo gente buona, solidale, generosa, solare, ma non siamo fessi. Non ne possiamo più: le donne piangono, i bambini non vanno più a scuola, i lampedusani sono disperati, si sentono sotto assedio, minacciati da un’orda invadente, sporca, affamata, pericolosa. Non sono clandestini, non sono profughi, è un esercito informe di trentenni pronti a tutto, che ha occupato Lampedusa. L’Italia ci liberi dall’invasore".

In chiusura del post sul suo diario online, Micciché non accenna ad attenuare i toni, al contraio incalza: "Ce li tolgano dai piedi, subito. Non c’interessano misure alternative, non ci servono palliativi e bolliamo come assurda l’ipotesi di pagare quanti accettino di tornare a casa. Siamo alla follia! Un premio di 1500 euro a chi c’invade. Che non si sparga la voce, altrimenti la Sicilia finirà per diventare la succursale del nord Africa".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php