Live Sicilia

editoria

Nasce "Il Palindromo"
magazine romano, fatto da siciliani


Articolo letto 800 volte
VOTA
0/5
0 voti

editoria, palindromo, Zapping
Nuova avventura editoriale per un gruppo di giovani siciliani a Roma. E' scaricabile online, infatti, il primo numero de «il Palindromo. Storie al rovescio e di frontiera», trimestrale online illustrato di critica storico-culturale e letteraria nonché di informazione non convenzionale, sfogliabile online o scaricabile in pdf dal sito www.ilpalindromo.it.

Il periodico è stato ideato e realizzato sull’asse Roma-Palermo da quattro palermitani tutti under 30: Francesco Armato, Nicola Leo, Carlo De Marco e dal direttore responsabile Giovanni Tarantino.

Questo progetto editoriale mira a porsi oltre la canonica dicotomia tra cultura alta e bassa, offrendo riflessioni e spunti su molteplici questioni attraverso una lettura libera da gabbie concettuali e ideologiche. I numeri avranno carattere monografico e di conseguenza le tematiche varieranno di numero in numero ma la struttura del periodico non cambierà: due distinte sezioni, I verbi brevi per le rubriche e Eco vana voce per i saggi. Le rubriche – tutte dal nome palindromo – conterranno articoli di approfondimento critico; l’ultima, E la mafia sai fa male (anch'esso palindromo), è in realtà un bollettino d’aggiornamento asettico e anti-retorico sull’intramontabile questione mafiosa. La seconda sezione è invece dedicata a saggi inediti riguardanti il macro tema del numero; essa sarà rivolta a giovani studiosi che intenderanno pubblicare i propri contributi. Si tratterà di un nuovo canale per la divulgazione scientifica che manterrà la libertà intellettuale propria della rivista senza per questo porsi come alternativo alla letteratura accademica.

Un palindromo è una sequenza di caratteri che letta al rovescio rimane identica; la "prospettiva palindroma", cioè il punto di osservazione de «il Palindromo», consentirà quindi di scomporre e ricomporre al rovescio l'oggetto d'analisi lasciandolo immutato ma restituendogli al contempo un senso nuovo. Se da un lato il sottotitolo, Storie al rovescio e di frontiera, fa riferimento alla “prospettiva palindroma”, dall’altro indica la frontiera come secondo elemento caratterizzante della rivista. Frontiera intesa non come marginalità e con un accezione non esclusivamente geografica bensì come status culturale ibrido, come laboratorio di esperienze contraddittorie o di idee innovatrici, come palcoscenico di storie occultate o di iniziative intellettuali sovvertitrici, ma soprattutto frontiera come luogo privilegiato per scoprire o riscoprire prospettive nascoste.

Tuttavia chi ha sviluppato questo progetto non intende nascondere (anzi rivendica) la genesi siciliana, quindi di frontiera e in questo caso sì geografica, della rivista, considerando però questa identità nient'altro che la bussola di ogni pensiero.

QUI la rivista in formato pdf.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php