Live Sicilia

Disco verde per il ddl sulla semplificazione

Intesa bipartisan, l'Ars si sblocca


Articolo letto 564 volte
VOTA
0/5
0 voti

ars, commissione, legge elettorale, Politica
L'Ars esce dall'empasse e piazza un colpo importante. L'Aula di Sala d'Ercole ha approvato oggi pomeriggio l'articolato della legge sulla semplificazione amministrativa, per il quale manca adesso solo il voto finale. I lavori sono stati aggiornati a domani pomeriggio, quando si affronterà la legge di riforma elettorale per gli enti locali, sulla quale stasera ci sarà un'ulteriore approfondimento tra le forze politiche per trovare un'intesa definitiva e bipartisan che permetta di approvare il testo in tempi brevi, proprio come avvenuto oggi per il ddl sulla semplificazione burocratica. Il provvedimento, presentato dall'assessore per le Autonomie Locali e la Funzione Pubblica, Caterina Chinnici, si inserisce nell'ambito dell'attività di riforma dell'amministrazione regionale, che ha già portato, dal primo gennaio dell'anno scorso, a una riorganizzazione dei 12 assessorati e dei 28 dipartimenti. "Finalmente, dopo un lunghissimo e difficile iter - afferma l'assessore Chinnici (nella foto) - il parlamento ha varato una riforma che consentirà, senza indugi, un processo di rinnovamento e modernizzazione della pubblica amministrazione”. La Chinnici ha anche ringraziato i deputati regionali per la collaborazione.

Il disegno di legge, che nelle ultime riunioni della Commissione legislativa "Affari istituzionali" è stato ulteriormente snellito a 23 articoli, punta allo snellimento e alla modernizzazione dell'apparato burocratico regionale. "La legge sulla semplificazione burocratica va annoverata tra le norme di qualità che il parlamento regionale ha saputo varare in questa legislatura – commenta il capogruppo del Pid Rudy Maira - . Le innovazioni in materia di Sportello unico delle attività produttive, con competenze nelle licenze edilizie, e di amministrazione digitale rappresentano un concreto passo in avanti a garanzia della efficacia, della trasparenza e della tempestività della pubblica amministrazione. Va dato merito all'assessore Caterina Chinnici per l´impulso dato al parlamento regionale per il varo di questa importante riforma”. Anche il capogruppo Mpa all’Ars Francesco Musotto esprime soddisfazione per l’intesa bipartisan raggiunta all’Ars sul ddl Chinnici. “Abbiamo registrato un confronto serrato e a tratti aspro, ma che alla fine ha portato alla condivisione di un testo che modernizza il rapporto tra amministrazione e cittadino. Un’altra grande riforma, voluta dal governo Lombardo”.

"Una legge in sette minuti! Allora si può fare!", è i commento del capogruppo del Pdl, Innocenzo Leontini, che spiega come "grazie al nostro impegno e al nostro contributo, un ddl che si presentava pletorico e ridondante è stato ripulito in tutti quei suoi articoli che riconducevano a norme, regionali e nazionali, già esistenti”. E Baldo Gucciardi del Pd sottolinea: “Andiamo incontro alle vere esigenze della gente e degli imprenditori. Abbiamo scritto un buon testo con il governo tutte le altre forze politiche. Il Pd ha lavorato affinché una legge come questa fosse ampiamente condivisa e definita con la collaborazione di tutti”. Appuntamento dunque a domani pomeriggio per la legge di riforma elettorale, dove, secondo i rumours, appare molto arduo che trovi posto la norma sulle quote rosa caldeggiata dalle tre deputate regionali.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php