Live Sicilia

Mostre

Fotografia, Siciliani in piazza
A Palermo la mostra di Leone


Articolo letto 2.253 volte
VOTA
0/5
0 voti

fotografia, giuseppe leone, mostra, museo Pasqualino, siciliani in piazza, Zapping
Appuntamento venerdì 25 marzo alle ore 18.30 al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino per l’inaugurazione della mostra fotografica di Giuseppe Leone  dal titolo “Siciliani in piazza”.  Una cinquantina le foto esposte, tutte in bianco e nero,  per un’analisi dell’evoluzione della piazza come luogo di incontro e di costume che inizia negli anni ’60 e arriva poco prima del 2010. La mostra è organizzata dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino in collaborazione con la Fondazione Ignazio Buttitta.

“Guardando le foto – spiega Giuseppe Leone -  balza subito all’occhio come la globalizzazione abbia livellato, parificato le varie identità locali. Ogni paese, provincia ha perso molto delle proprie tradizioni, della propria storia. Le piazze, le vite, sono sempre più uguali, ovunque esse siano”.

La piazza dunque come  spazio antico
, luogo fisico del raccoglimento di una città, dei fatti nodali del romanzo della vita. Piazza come agorà, che suscita memorie di classicità, quando l'oggettività di questo spazio urbano si carica delle valenze metaforiche connesse all'incontro, alla condivisione, alla democrazia, di cui l'agorà, sede delle assemblee dei cittadini, è simbolo trasparente.

Giuseppe Leone ha guardato a quella che fu un'invenzione urbanistica dei greci, complicando però tale spazio di una componente fortissima, altrettanto affollata di emblemi: la sua Sicilia. Abbraccia un arco temporale largo, mezzo secolo, la collezione di Leone, che dispiega un vero e proprio catalogo di etnografia visiva: uomini, donne, bambini, folgorati dalla insostituibile Leica, in una smorfia, in una piega che è indizio di umanità e insieme maschera, archetipo di sicilianità, correlativo oggettivo di una regione che fa continente a sé.

“Come si possano coniugare verità e poesia è il segreto dell’arte
- scrive Gaetano Pennino nel testo del catalogo della mostra - Perché fa parte dello specifico artistico di Leone quell’interscambio di reale e trasfigurazione, di vero e teatro, come nel segno del sostrato socioculturale della sua terra. Bambini che giocano, suore festose che danzano, sorprese quando si colorano di vita, vecchi che hanno mimeticamente assunto le cromie della pietra riarsa dal sole del Mezzogiorno, delle piazze, che essi occupano silenziosi, fragili eppure indiscussi padroni di uno spazio indefinibile con la povertà delle parole. La piazza di Leone. Una successione di capitoli, fil rouge la memoria, di cui lo sguardo fotografico di Leone si fa impareggiabile custode, sorta di promemoria, di museo dell’anima collettiva.”
La sua foto è arte e documento insieme, trasfigurazione immaginifica e al contempo documentazione visiva di un luogo, di un personaggio, di un evento.
Le foto sono stampate direttamente dall'autore con sistema analogico al bromuro d'argento su carta baritata a tiratura limitata

Siciliani in piazza 25 marzo – 17 aprile 2011
Ingresso gratuito
Museo A. Pasqualino
Lun/sab 9.00-13.00 14.30 - 18.30
Domenica 10.00-13.00
Catalogo edito da Carlo Cambi Editore
Introduzione di Gaetano Pennino


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php