Live Sicilia

Sanità

Civico, ricoveri gestiti
dal pronto soccorso


Articolo letto 658 volte

civico, ospedale, pronto soccorso, ricoveri, Cronaca
Cambiano le regole nei ricoveri all'Azienda ospedaliera Civico. Da stamattina saranno 'governati' dai medici del pronto soccorso e dal responsabile dell'Unità operativa di pronto soccorso e medicina d'urgenza, Vito Sparacino, che gestiranno i posti letto disponibili. Ogni mattina, entro le 10, attraverso un programma informatico, i caposala delle unità operative comunicheranno al pronto soccorso i posti letto liberi e quelli occupati. L'obiettivo è di avere un quadro definito, aggiornato al momento, ogni 24 ore, ma presto disponibile in tempo reale, dei posti disponibili per i ricoveri programmati e quelli urgenti.

In sostanza i ricoveri nel Civico vengono 'decisi' dai medici del pronto soccorso, o dall'Ufficio accettazione, dopo avere ottenuto l'autorizzazione del responsabile dell'area-emergenza. Con questo sistema si eviterà che nel pronto soccorso stazionino per ore pazienti in condizioni critiche o gravi e si contribuirà ad accelerare il trasferimento nelle varie unità operative. Alcune deroghe sono possibili in casi specifici, per esempio per i pazienti affetti da alcune patologie (neoplastiche, post-trapianto) che abbiano necessità di ricoveri urgenti e siano stati visitati dai medici dei reparti senza essere passati dal pronto soccorso.

In certi casi il ricovero sarà possibile direttamente in reparto, ma solo dopo che i casi siano stati 'approvati' dal responsabile del pronto soccorso. Gestione 'controllata' anche per i pazienti provenienti da altri ospedali, pronto soccorso o istituti di cura: le richieste di trasferimento potranno avere seguito solo dopo l'autorizzazione dei medici del pronto soccorso. Le richieste non 'ricevibili' per mancanza di posti letto, o non meritevoli di essere accolte, dovranno essere rifiutate e non dovranno in alcun modo essere 'reindirizzate'. Il commissario straordinario, Carmelo Pullara, sostiene che, "con questo intervento di tipo organizzativo-gestionale che realizza una centralizzazione dei ricoveri, vogliamo ridurre i tempi di degenza, velocizzare le dimissioni dei pazienti, e decongestionare il più possibile il Pronto Soccorso". Rimangono temporaneamente sospesi i ricoveri programmati, tranne che per le unità operative di ostetricia e ginecologia, terapia intensiva neonatale e onco-ematologia pediatrica.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php