Live Sicilia

I dissidenti di Futuro e Libertà

Scalia tratta a oltranza


Articolo letto 677 volte
VOTA
0/5
0 voti

Per tutto il giorno si è rimasti in attesa di un cenno, una parola che smentisse o confermasse l'addio dell'onorevole e coordinatore regionale di Fli, Pippo Scalia, dal suo partito. Si era trattato dapprima soltanto di rumors, poi le voci sono diventate sempre più fondate, anche se i finiani dell'Isola continuavano a dare per impossibile ogni ipotesi di fuga dal partito. Così oggi c'è stato il fatidico incontro, tra Fini e Scalia.

Di certo, la giornata di giornata di quest'ultimo dev'essere stata piuttosto impegnativa. Una trattativa a oltranza. Telefono continuamente occupato o irraggiungibile. Poco male, anche nei rari momenti in cui si arrivava a prendere la linea, nessuna risposta arrivava dall'altra parte della cornetta. Fonti vicine all'esponente di Futuro e Libertà, comunque, confermano l'avvenuto incontro tra Scalia e il leader dei 'dissidenti pidielini', Gianfranco Fini. Non è dato sapere, comunque, cosa si siano detti nel corso del colloquio. Al termine del vertice tra i due, infatti, l'intero gruppo di Fli al Senato si è riunito in un incontro-fiume, che non si è ancora concluso. “Se prima non si arriverà a un accordo – rivelano ancora fonti vicine al senatore – di certo Scalia non si sbilancerà dietro alcuna dichiarazione”.

Non resta che attendere, per sapere se davvero anche Scalia abbandonerà la nave finiana o sceglierà invece di restare al fianco del suo capitano.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php