Live Sicilia

Storie di povertà

Trapiantato di fegato
in macchina con la famiglia


Articolo letto 649 volte
VOTA
0/5
0 voti

fegato, trapianto, Cronaca
Un trapiantato di fegato dorme da più di un mese in auto, per strada, con la moglie e il figlio. Accade a Palermo, dove Andrea Tomaselli, 51 anni, la moglie Rosalia La Vardera,45 anni e il figlio adolescente non hanno più una casa dopo la malattia del padre. "Ero un cuoco -racconta l'uomo alle pagine locali di 'Repubblica'- ma ora mi sono ammalato e adesso ho perso casa e lavoro e divido la macchina con mia moglie e mio figlio".

In un primo momento la famiglia era stata ospite di un alloggio, a spese del Comune, gestito dall'associazione 'Madre Serafina Farolfi'. Qui sono rimasti per quattro anni, in attesa dell'assegnazione di una casa popolare. Dopo qualche tempo la famiglia ha dovuto lasciare l'alloggio perché l'associazione ha fatto causa al Comune che non pagava più le spese. Con soli 600 euro in tasca i Tomaselli si sono così trovati sul lastrico. A dicembre il trapianto del fegato. "Dovrei condurre una vita sana e invece mangio gli scarti dei clienti del bar Santoro e siamo costretti a vivere di espedienti". "In questo momento non abbiamo neanche i soldi per comprare un po' di pane", aggiunge disperata la moglie.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php