Live Sicilia

La commissione europea:
"Siamo a disposizione, nessuna polemica"


Articolo letto 481 volte
VOTA
0/5
0 voti

commissione europea, lampedusa, maroni, migranti, Cronaca
"Sappiamo che le autorità italiane hanno indirizzato una lettera alla Commissione europea. Aspettiamo di vederla in dettaglio per sapere quali sono le richieste concrete": così Michele Cercone, portavoce della commissaria Ue agli affari interni, ai microfoni di Sky Tg 24 ha commentato la richiesta dell'Italia di avere 100 milioni di euro per fronteggiare l'emergenza immigrazione. Richieste avanzata ieri dal ministro degli interni, Roberto Maroni. "Ci sono fondi di cui già l'Italia beneficia - ha detto il portavoce - vedremo se è il caso di sbloccarne altri".

Quello che sta accadendo in Tunisia e la situazione generale in nord Africa "lascia immaginare che ci possa essere un incremento dei flussi migratori. Noi ci stiamo preparando" ha continuato Cercone, portavoce della commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmstrom. "Tutto poteva essere previsto - ha aggiunto - ma è anche vero che sul fronte dei flussi migratori tutto è difficilmente prevedibile. La cosa importante è che nell'affrontare la situazione ci sia un approccio europeo".

"Noi siamo a disposizione delle autorità italiane - ha proseguito Cercone - come in passato con tutti gli Stati membri che si sono trovati in questa situazione. Ci sono una serie di strumenti che mettiamo a disposizione senza problema". Il portavoce ha quindi voluto sottolineare come "non c'è alcuna polemica" della Commissione Ue col ministro Maroni: "Non c'é stato alcun problema, solo una precisazione della commissaria Malmstrom. La cosa importante è capire quali azioni può fare la Commissione europea, che è qui per intervenire nei limiti delle sue possibilità e competenze. Su questo non può esserci alcun dubbio".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php