Live Sicilia

Lombardo: "C'è libertà di coscienza"

"Io, cristiano, contro
le unioni di fatto"


Articolo letto 562 volte

raffaele lombardo, unioni di fatto, Politica
''Personalmente sono contrario alle unioni di fatto per la mia cultura e per la mia formazione cristiana, ma se c'è una fattispecie alla quale si applica ai partiti la libertà di coscienza è questa''. Lo dice il presidente della Regione siciliana e leader del Mpa, Raffaele Lombardo, partecipando così al dibattito che si è scatenato in Sicilia dopo la presentazione di un disegno di legge sul riconoscimento delle unioni civili da parte di un gruppo di parlamentari regionali, tra cui il capogruppo dell'Udc all'Assemblea, Giulia Adamo.

Tra i favorevoli anche il capogruppo del Pd all'Ars, Antonello Cracolici. A lui fa riferimento Lombardo. ''Cracolici è favorevole, lo può essere Adamo, può essere contrario invece Giuseppe Lupo, non lo so (segretario siciliano del Pd)'', aggiunge il governatore. Che però avverte: ''Non faremo una guerra di religione attorno a questi temi di tale rilievo e di tale importanza per la coscienza e per la cultura di ciascuno di noi''. Poi ricordando una battuta di qualche tempo fa fatta da Cracolici in riferimento all'appoggio del Pd al governo regionale, Lombardo dice in tono ironico: ''Cracolici dice che si è fidanzato in casa con me, sono contento; se ci sposeremo questo non avverrà in chiesa. Visto che sono pe ril matrimonio in chiesa, si vede che siamo destinati a rimanere fidanzati, che è anche meglio perché quando ci si sposa cominciano a emergere i vizi e i difetti, e gli idilli rischiano di essere compromessi''.

(Fonte Ansa)


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php