Live Sicilia

L'atto di accusa. "Conflitto di interessi"

Amici di Sud: "Il Csm rimuova
il presidente dei Gip di Catania"


Articolo letto 675 volte
VOTA
0/5
0 voti

amici di sud, raffaele lombardo, Cronaca
"L'avvio di una specifica azione disciplinare nei confronti del presidente aggiunto dei Gip di Catania, Alfredo Gari", e la sua "rimozione per l'evidente incompatibilità" è sollecitata al Csm dall'associazione "Amici di Sud", sostenitrice dell'omonimo periodico diffuso nel catanese che per primo ha sollevato il caso. Nell'esposto inviato al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e al vice presidente del Csm, Michele Vietti, l'associazione sottolinea che "la moglie del giudice, Rita Cinquegrana in Gari, ha assunto, oramai da diversi mesi, le cariche di assessore comunale e di Sovrintendente del teatro Bellini di Catania", su indicazioni del sindaco Raffaele Stancanelli e del presidente della Regione, Raffaele Lombardo.

"Accade, però, ed ecco il dato inquietante - osservano dall'associazione - che il sindaco sia sottoposto a svariati procedimenti penali, dei quali ha dato notizia la stampa, mentre il governatore è sottoposto a indagine per concorso esterno in associazione mafiosa". Secondo 'Amici di Sud' si è "di fronte all'imbarazzante, e non si vuol dire di più, condizione di un ufficio Gip che dovrà vagliare i fascicoli istruiti su notizie di reato, anche gravissime, relative alla Giunta in cui siede la moglie del presidente aggiunto. Sempre lo stesso ufficio Gip - si legge ancora nella nota dell'associazione - è chiamato a decisioni importanti in ordine alla posizione dell'indagato presidente della Regione, lo stesso che ha nominato la moglie del presidente aggiunto alla prestigiosa e remunerata poltrona di Sovrintendente del Lirico catanese".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php