Live Sicilia

Film

Menzione speciale
per "Il mare di Joe"


Articolo letto 548 volte
VOTA
0/5
0 voti

ares film, enzo incontro, mare di joe, media festival, Zapping
Altro grande e prestigioso riconoscimento al film-documentario "Il mare di Joe" –coprodotto anche dall'Anfe (Associazione Nazionale Famiglie Emigrati), con il quale il regista Enzo Incontro ha già ottenuto prestigiosi riconoscimenti aggiudicandosi posti di rilievo nei festival internazionali come al “Blu Ocean Film Festival” di Monterey, alla quinta edizione del “Sicilian Film Festival” di Miami e al “Sole Luna” di Palermo. Il mare di Joe guadagna anche la menzione speciale dell’Ares Film e Media Festival. “Documentario in cui è forte il senso di identità e appartenenza all’Italia, alla terra siciliana e in particolare al suo mare.

Attraverso la figura di Linuccio vengono ripercorsi momenti dell’immigrazione degli esperti pescatori di Marettimo verso i mari dell’Alaska. L’alternanza del dialetto siciliano e dell’inglese è riflesso di quel fenomeno sociale che tra gli anni ’30 e ’50 ha interessato una generazione che ha provato a cambiare vita e a confrontarsi con il nuovo mondo, alla ricerca di nuove e migliori opportunità di vita e di lavoro offrendo le proprie conoscenze, le proprie tradizioni, la propria creatività. Racconto di grande qualità, che merita la menzione perché si dimostra avvincente nell’idea e nel modo di affrontarla” questa la motivazione della giuria composta tra gli altri , dal Prof. Arch. Rosario Marrocco, dal Prof. Elio Cappuccio e dal regista Domenico Distilo. Il regista Incontro ha voluto ripercorrere le tracce di “pescatori leggendari” che, partendo dall’isola siciliana di Marettimo e passando per la California emigrarono verso l’America in cerca di un futuro migliore. Molti si ricostruirono una vita nella fiorente industria della pesca che in quegli anni era al suo apice nella costa Ovest degli Stati Uniti. Personaggio centrale del film è il pescatore Joe Bonanno tramite la cui vicenda, si ritrova la storia di un’intera epoca.

E’ questo uno dei tanti temi su cui l’Anfe, coinvolta direttamente nella realizzazione della pellicola cinematografica, lavora costantemente con attività dedicate al sociale attraverso il proprio Dipartimento delle Politiche Migratorie. Il Presidente dell’Anfe, Paolo Genco, interviene sul riconoscimento ottenuto, dichiarando che “promuovere iniziative culturali di tale entità è molto importante per chi opera nell’ambito delle politiche migratorie come l’Anfe. Questa è un’occasione per poter divulgare e promuovere una importante pagina della nostra storia di Italiani emigrati nel mondo, fondamentale per diffondere concetti quali accoglienza, integrazione, tolleranza, rispetto delle nuove generazioni verso gli immigrati”.

La pellicola verrà proiettata inoltre martedì 8 febbraio presso l’Italian Culture Institute di Los Angeles, evento organizzato insieme dalla NIAF (National Italian American Foundation) e dall’Anfe. Per ulteriori informazioni www.iiclosangeles.esteri.it.

Rosanna Minafò


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php