Live Sicilia

La polemica

Padre Scordato, l'omosessualità
e la brava gente che invoca il rogo


Articolo letto 760 volte

, Politica
(rp) "Gli omosessuali sono persone normali, non errori di natura o dei malati. Sono persone che hanno tutto il diritto di amare e di essere amati e in quanto tale di formare delle famiglie”. Lo ha detto padre Cosimo Scordato, un prete che riassume tante cose buone. Per esempio, è un uomo dotato di coraggio, è uno studioso di altissima categoria. Immediatamente si sono levati i roghi su Livesicilia. Commentatori transitati da un vicino Paleolitico hanno alzato la torcia purificatrice contro un sacerdote reo di avere detto la semplice verità. Perché è della semplice verità che stiamo, appunto, parlando.

Qualcuno dovrebbe informarsi meglio. L'omosessualità non è più una perversione per la scienza medica da 40 anni. Conosciamo l'obiezione: la non naturalità del comportamento. Uno psicologo molto spiritoso soleva ricordare: allora è una deviazione anche prendere l'aereo, visto che l'uomo non è nato per volare. Ma poi vorremmo capire dove sta la pietra dello scandalo? Padre Scordato ha affermato un principio condivisibile: due persone che si amano hanno il diritto di stare insieme e questo diritto deve essere riconosciuto e rispettato in forza del legame affettivo che le unisce. I figli sono, com'è ovvio, un'altra fattispecie assai più delicata, perché sottintendiamo il coinvolgimento di altri soggetti, non solo la libera scelta "a due". In cosa i benpensanti si sentono disturbati da un amore (e l'amore non è il principio della Chiesa di Cristo?) vissuto privatamente, come qualsiasi altro normalissimo amore di coppia? Siamo francamente stupiti. Ogni volta che pensiamo di esserci davvero evoluti nel rispetto degli altri, salta fuori prepotente il cavernicolo che abita ancora, da qualche parte, nelle grotte della nostra modernità. Sarebbe il caso di dargli una mazzata.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php