Live Sicilia

Parla Lombardo: "Referendum? Strani episodi"

"Mi auguro che il Pid resista
L'Idv e Sel? Sono solo inc....ti"


Articolo letto 428 volte
VOTA
0/5
0 voti

raffaele lombardo, Politica
"Le alleanze possono rafforzarsi o indebolirsi di fronte a un fatto politico importante. Ma non vedo drammi al momento". Cosi' il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, ha risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto se il dibattito sulle alleanze per le amministrative di primavera possa avere conseguenze negative negli equilibri della
maggioranza che sostiene il suo esecutivo. 'In politica - ha detto Lombardo - tutto può succedere, oggi si è alleati domani ci sono problemi. Vedo che al momento ci sono forze politiche che lavorano per presentarsi da soli alle elezioni, altre che cercano alleanze. Il Terzo polo vuole candidare propri esponenti, lì dove ce ne sarà la possibilità
credo che sia un fatto positivo".

Strani episodi
Inoltre, Raffaele Lombardo, segnala "strani episodi" che sarebbero avvenuti nel corso del referendum organizzato da un circolo del Pd sull'appoggio del partito di Bersani alla sua giunta. "Ieri sera ho incontrato un signore molto per bene di Gela, di fede evangelica - racconta il governatore, a margine di un incontro a Palermo - Mi ha riferito che un esponente del Pd lo ha pregato di andare a votare per il referendum, dicendogli: 'lei non mi ha mai votato ma ho bisogno di gente'. Gli hanno fatto firmare un documento, ma questo signore, che è un mio elettore, ha poi avuto un rimorso di coscienza e ha voluto riferirmi quanto accaduto". Per Lombardo "é solo un episodio, ma ce ne saranno stati tanti altri del genere, potrei raccoglierli anche in un dossier".

La moralità
"Essendo un cattolico, non posso che attenermi a quanto ha sostenuto il cardinal Bagnasco. C'é bisogno di buon esempi da parte dei vertici delle istituzioni, piaccia o non piaccia la loro vita viene guardata dalla gente e i loro comportamenti hanno refluenza sull'agire comune". Lo ha detto il governatore della Sicilia e leader dell'Mpa, Raffaele Lombardo, interpellato dai giornalisti a margine della presentazione a Palermo della relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti, condotta nell'isola sotto la presidenza di Gaetano Pecorella.

La legge elettorale
"Non so se la riforma sia pronta per l'aula, ma se c'é una maggioranza che vuole esaminarla non vedo perché non possa farlo". Lo ha detto il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, rispondendo ai giornalisti che gli hanno chiesto di commentare le indicazioni inviate alla commissione Affari istituzionali dal presidente dell'Ars, Francesco Cascio, secondo cui ci sono altre norme che avrebbero la priorità su quella elettorale.

Il Pid
"Mi auguro che il Pid non si sgretoli e non si indebolisca, mi auguro che Saverio Romano resista e che Lillo Mannino rimanga nel partito. Se si disgregano li faranno a pezzi". Così il governatore della Sicilia e leader del Mpa, Raffaele Lombardo, ha risposto ai giornalisti, a margine della presentazione all'Assemblea regionale dell'intergruppo costituito dai partiti che compongono il Terzo polo".

Gli "incazzati"
"Idv, Sel e Grillini sono le ruote di scorta di Berlusconi, sono frustrati e incazzati. Senza i grillini Cota non avrebbe vinto in Piemonte e a Torino Fassino vincerebbe se non ci fosse il candidato di Vendola, così si fa vincere il Pdl. Anche in Sicilia fanno di tutto per riuscirci, ma non ce la fanno". Lo ha detto il governatore della Sicilia e leader del Mpa, Raffaele Lombardo, conversando con i giornalisti a Palazzo dei Normanni.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php