Live Sicilia

Tim Cup, Parma battuto ai rigori

Il Palermo soffre ma passa
I rosa accedono in semifinale


Articolo letto 784 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, martinez, palermo-parma, serie a, tim cup, Sport
Il Palermo passa il turno, soffrendo e vincendo soltanto ai rigori, e affronterà in semifinale la vincente della partita tra Milan e Sampdoria.

PRIMO TEMPO Delio Rossi decide di mandare in campo gli stessi 11 che hanno sconfitto il Brescia, mentre Marino nel Parma fa ampio turn over facendo giocare chi, come Bojinov e Marques, non trova spazio in campionato. Partono subito forte i rosa che si rendono pericolosi già al 4’: Cassani dalla destra lascia partire un cross sul primo palo sul quale si avventa Pastore, che in tuffo di testa non è preciso. Al 10’ ancora il terzino destro in maglia rosa affronta Modesto e lascia partire un fendente verso Miccoli che batte al volo e impegna Pavarini a terra. Il Parma si fa vedere dalle parti di Sirigu qualche minuto dopo con Palladino, che prova il tiro al volo su assist di Marques ma la sfera termina a lato. Pavarini sugli scudi al 19’: verticalizzazione di Pastore per Ilicic che prova la botta di destro sul primo palo, ma l’estremo difensore dei ducali respinge in corner. Incredibile occasione per gli uomini di Rossi al 27’: Bovo lancia Miccoli per vie centrali, il “Romario del Salento” si troverebbe a tu per tu con Pavarini ma cincischia e Lucarelli riesce a recuperare la posizione e a fare sua la sfera. Il Palermo prova a fare la partita ma gli spazi sono pochi e i giocatori hanno difficoltà a trovare il varco giusto, tutto ciò anche per la difesa ordinata della squadra di Marino che bada soprattutto a ripartire in contropiede grazie alla rapidità di Marques e Palladino. A un minuto dalla fine della prima frazione di gioco ospiti pericolosi ancora con Palladino: Candreva lancia l’ex Genoa e Juve in profondità che, però, sbilanciato da Munoz svirgola malamente.

SECONDO TEMPO Nella ripresa i rosa partono subito forte e creano un paio di pericoli su calci piazzati, ma la difesa emiliana è attenta. Al 57’ sono i ducali a sbagliare un rigore in movimento: serpentina di Candreva e palla a Bojinov tutto solo appena dentro l’area, sinistro di prima intenzione ma in curva. Due minuti dopo la palla del vantaggio capita sui piedi di Ilicic, ma lo sloveno oggi non sembra in giornata e la sua conclusione viene raccolta dai raccattapalle. Il Parma sciupa un’altra grande occasione al 70’: Giovinco salta Cassani e Munoz, entra in area e crossa rasoterra sul secondo palo verso Bojinov, ma Sirigu smanaccia in extremis e l’occasione sfuma. Tre minuti dopo splendida azione di Pastore che recupera palla a centrocampo, corre per 40 metri e fa esplodere un sinistro che impegna Pavarini in due tempi. Al minuto 76 Jara Martinez, entrato un po’ a sorpresa al posto di Miccoli, guadagna una punizione sul centrodestra, Bovo prende la rincorsa ma stavolta non è preciso come contro il Brescia a fa felice un tifoso della curva Sud “regalandogli” il pallone. Entrambe le squadre sembrano accusare la stanchezza e le azioni pericolose cominciano a latitare. Palermo sfortunato all’83’: Ilicic verticalizza per Pastore che entra in area e prova a piazzare il pallone, ma ancora una volta Pavarini riesce e spizzicare con la punta del piede e la palla finisce in corner. Sugli sviluppi dello stesso ancora “El Flaco” prova l’azione personale e la botta, esterno della rete. Sul ribaltamento di fronte Sirigu è miracoloso: Paci prova la rovesciata e il portiere rosanero devia con il piedone. All’ultimo minuto di recupero dei tempi regolamentari, il nuovo entrato Kasami si ritrova a tu per tu con Pavarini ma ritarda la battuta e si defila troppo, l’occasione sfuma.

PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE Dopo cinque minuti dell’extra time, i rosa visibilmente stanchi, ci provano soprattutto con Pastore ma non riescono a creare pericoli alla difesa dei gialloblu. Al 14’ Balzaretti sciupa: uno-due di prima con Pastore e il biondo terzino prova il tiro a girare con il destro, palla a fil di palo.

SECONDO TEMPO SUPPLEMENTARE. Al 3’ minuto del secondo tempo supplementare il giovane Jara Martinez prova l’azione personale e il tiro, ma la battuta è debole e finisce a lato. Tre giri di lancette dopo punizione di Bovo e Pavarini si distende sulla sua destra e spinge via il pallone. Al 12’ gli uomini di Rossi ci provano con la forza della disperazione: azione insistita di Nocerino che lancia Pastore, controllo di destro e battuta di sinistro, palla fuori. Il risultato rimane bloccato sullo 0-0 anche dopo 120’ di gioco, si va alla lotteria dei rigori.

RIGORI Crespo PARATO, Cassani PARATO, Palladino GOL, Bovo GOL, Modesto GOL, Balzaretti GOL, Candreva GOL, Nocerino GOL, Giovinco GOL, Pastore GOL. Dopo i primi cinque rigori le squadre sono sul 4-4, si va a oltranza. Valiani FUORI, Jara Martinez GOL. Il Palermo vince ai rigori 5-4, grazie al rigore decisivo messo dentro dal giovane Jara Martinez.

TABELLINO
PALERMO:
Sirigu, Cassani, Bovo, Munoz, Balzaretti, Migliaccio, Bacinovic, Nocerino, Ilicic (91’ Kasami), Pastore, Miccoli (71’ Jara Martinez). In panchina: Brichetto, Andelkovic, Kurtic, Liverani, Darmian. All.: Delio Rossi.

PARMA: Pavarini, Zaccardo, Lucarelli, Paci, Modesto, Galloppa (95’ Valiani), Candreva, Morrone, Marques (65’ Giovinco), Palladino, Bojinov (77’ Crespo). In panchina: Mirante, Paletta, Gobbi, Calvo. All.: Pasquale Marino. ARBITRO: Christian Brighi di Cesena (Alessandroni - Liberti)

NOTE: spettatori 15.335


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php