Live Sicilia

Il monito del senatore

Calogero Mannino ci riprova:
"Saverio Romano ha perso la bussola"


Articolo letto 660 volte

berlusconi, calogero mannino, camera, pdl, pid, saverio romano, Politica
Calogero Mannino ci riprova. Dopo la batosta di ieri, quando ha annunciato di non voler fare parte del gruppo parlamentare dei cosiddetti 'responsabili' alla Camera, oggi ritorna con una nota ad attaccare il suo segretario di partito, Saverio Romano.

"Tutti i telespettatori che hanno veduto i telegiornali di ieri sera - scrive Mannino - hanno potuto visualizzare il gruppo dei 'responsabili' nel volto dell'onorevole Moffa subito dopo accanto quello dell'onorevole Romano. In queste immagini sta l'errore, che il giovane amico Saverio Romano non ha saputo evitare, siamo usciti dall'Udc non per entrare nel Pdl, siamo usciti dall'Udc per evitare una crisi di governo che sarebbe stata e sarebbe ancora oggi rischio per l'Italia".

Il nodo che Mannino vuole ricordare al suo "giovane amico Saverio Romano", riguarda proprio il ruolo, a suo dire, che i Popolari per l'Italia di Domani dovrebbero assumere nel panorama politico nazionale: "siamo usciti dall'Udc per prenderne il luogo politico, la funzione e la prospettiva. Quella di un partito di centro che seriamente fosse alternativo alla sinistra e che non si mettesse a giocare a destra e sinistra con la logica dei due forni".

"Allora - prosegue Mannino - l'obiettivo e' quello di fare un partito, non un gruppo parlamentare, l'obiettivo e' anche quello dell'alleanza nel centrodestra e non di altro rapporto".

La nota del senatore si chiude con un dito puntato contro il segretario: "Saverio Romano - scrive - questa volta ha perduto la bussola, come sempre sono stato pronto a indicare la via che il partito del Pid deve seguire se vuole avere un avvenire".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php