Live Sicilia

La corsa a sindaco

Un rettore a Palazzo
per restare a (La) galla


Articolo letto 608 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca, Politica
Ecco, lo slogan glielo regaliamo noi, col titolo, senza nulla a pretendere. Ci basti dire che Roberto Lagalla è il candidato tipicamente palermitano per la poltrona più in vista di Palazzo delle Aquile. Chi è il candidato tipicamente palermitano? E' uno che, in teoria, non corre. Ma è già sulla bocca di tutti, come certo vincitore. Povero rettore. Ormai passa le sue giornate in mezzo agli ammiccamenti. I più discreti si limitano all'occhiolino, alla boccuccia, al mezzo sorrisetto fedifrago. Gli impenitenti domandano sfacciatamente: "Ma è vero che lei...".

E lui si schermisce. Dice che magari si vedrà, che sta bene dov'è... Una fatica, una fatica. Anche perché al signor rettore piacerebbe fare il sindaco davvero, ci riferiscono. E piacerebbe a molti che vedono in lui il proptotipo del comandante serio, di colui che ha risanato i conti all'università. Un moderato, politicamente non troppo colorito. Un perfetto amministratore di condominio.

Infine, ci sono i malvagi detrattori che, appunto, malignano. Lo vedi il rettore? - insinuano costoro - E non somiglia all'omino di burro di Pinocchio, quello che conduce i ragazzi nel Paese dei balocchi? Fisicamente, forse.  E allora? E allora - replicano i malvagi e tetragoni - è proprio la stessa storia. L'omino di burro, all'inizio, piace a tutti. Quando spuntano le orecchie d'asino, non piace più a nessuno. Capito la morale? Boh, chissà... Voi, intanto, votate.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php