Live Sicilia

Il "caso" Catalano

"Concorsi, non servono gli intermediari"


Articolo letto 602 volte
VOTA
0/5
0 voti

massimo russo, sanità, Santo Catalano, Politica
"L'assessorato per la Salute ha dato ampio risalto ai bandi per le nuove assunzioni, sottolineando - qualora ce ne fosse bisogno - che saranno tutelati i principi di trasparenza e correttezza. I nostri uffici, così come quelli delle aziende sanitarie, sono disponibili a fornire qualunque tipo di informazione necessaria". Così l'assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, commenta all'ANSA la mail inviata dall'onorevole Santo Catalano sui concorsi della Sanità banditi in Sicilia. "Non voglio entrare nel merito della sua attività di segreteria - aggiunge l'assessore - ma sono sicuro che avrà voluto dare un contributo alla diffusione dei bandi. Tuttavia, per non ingenerare il dubbio che possa trattarsi di una impropria 'funzione di intermediazione' e che qualche malpensante - addirittura - possa pensare al tentativo di creare una rete di clientele o ancora peggio di canali privilegiati, sarebbe auspicabile che l'onorevole Catalano sotto la dizione 'maggiori informazioni' rinviasse agli uffici dell'assessorato o delle singole aziende". "D'altra parte - conclude Russo - non so quali informazioni ulteriori possa dare la sua segreteria rispetto al testo della Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre scorso e agli uffici preposti".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php