Live Sicilia

Comune

Faracone chiede la censura di Campagna
Il Pdl: "Ha manie di protagonismo"


Articolo letto 597 volte

Alberto Campagna, faraone, pdl, Politica
La presentazione da parte del consigliere del Pd e candidato sindaco Davide Faraone di una mozione di censura contro il presidente del Consiglio comunale di Palermo Alberto Campagna suscita reazioni nel Pdl a Palazzo delle Aquile.
"Faraone non sa più - dice Stefania Munafò - come attirare l'attenzione su se stesso. E' in preda a manie di protagonismo".
Per il capogruppo del Pdl, Giulio Tantillo "Faraone si è accorto che in sua assenza Sala delle Lapidi ha ripreso a
funzionare: questo lo ha spiazzato e per questo si inventa un motivo per ritornare alla paralisi".

"Ma da che pulpito viene la predica - aggiunge Giuseppe Milazzo - Se c'é qualcuno che ha tradito il ruolo istituzionale di consigliere comunale, quello è proprio lui". Per il consigliere Sebastiano Drago "Faraone è la persona meno adatta a dare lezioni di integrità istituzionale e di bon ton politico".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php