Live Sicilia

La denuncia a Palermo

"Io, imprenditore libero,
e la politica dei favori"

VOTA
0/5
0 voti

denuncia, imprenditore, Cronaca
"Da quando sono vicepresidente di un centro commerciale e ho la delega di Assindustria per alcune questioni comunali, nonostante il mio impegno non sono riuscito a fare granché per gli associati. L'unica cosa che è cambiata, é che non ho più ricevuto alcun controllo nella mia attività commerciale. L'anno prima ne ho avuti ben 32". La denuncia è di Alberto Coppola, imprenditore palermitano proprietario di una libreria-wine bar al Foro Italico e vicepresidente del centro commerciale naturale Piazza Marina e dintorni. "In questo modo - aggiunge - aumenta una convinzione diffusa e sbagliata, cioé che avere un incarico serve ad ottenere vantaggi personali. Evidentemente bisogna fare ancora molta strada".

Coppola, che è intervenuto oggi a Palermo nel corso di un convegno della Cna, ha anche fatto un altro esempio che coinvolge la politica: "Qualche tempo fa ho aperto un'attività nel quartiere Vergine Maria. Sono stato contattato in momenti diversi da due consiglieri comunali, uno di centrodestra e uno di centrosinistra, che oltretutto oggi sono entrambi deputati regionali. Ricordo che mi hanno fatto i complimenti, e poi mi hanno detto che se avessi avuto bisogno di una mano per l'allaccio del gas o per la luce, avrei potuto contare su di loro. Mi chiedo: ma che c'entra un consigliere comunale con l'allaccio del gas? Perché per fare impresa a Palermo devo per forza andare a cena con un consigliere, se non ne ho voglia?".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php