Live Sicilia

Parla Lombardo

"Il governo massacra la Sicilia
Miccichè ha l'avallo di Berlusconi"


berlusconi, governo, raffaele lombardo, Politica
"Gli edili se ne vogliono andare perché il Cipe, quindi il governo Berlusconi, dopo un anno e mezzo non ha emesso nemmeno il decreto per darmi la certezza che i fondi Fas saranno disponibili". Lo ha affermato il presidente della Regione Siciliana
Raffaele Lombardo in una intervista all'emittente televisiva catanese Telejonica. "Il Cipe - ha proseguito Lombardo - giorni fa ha stanziato miliardi e miliardi di euro per opere che stanno tutte al Nord. Si lamentano che al Sud non ci sono grandi progetti. Ma chi dovrebbe fare il progetto per il ponte sullo stretto? Ovviamente l'Anas. E quello per un collegamento ferroviario dignitoso tra Catania e Palermo? Naturalmente le Ferrovie dello Stato". "Chi dà disposizioni per la progettazione? - ha proseguito Lombardo - Chiaramente non il governo regionale ma il governo nazionale che storicamente, ma soprattutto negli ultimi anni, sta massacrando il Sud e la Sicilia". "Dire, come fa la parte politica che ad occhi chiusi difende il governo Berlusconi, che siamo noi che non facciamo le cose, che non investiamo risorse, non è inesatto - ha concluso Lombardo - è semplicemente disonesto e ingannevole per i cittadini".

"Che dietro Forza del Sud ci sia l'avallo di Berlusconi è fuori discussione. Basta vedere i mezzi di cui dispone questo partito nato 15 giorni fa per capire che c'é qualcosa che sta alle spalle". Lo ha detto il presidente della Regione Raffaele Lombardo nel corso della stessa intervista. "Una forza del Sud - ha aggiunto Lombardo - non può che essere autonoma come è stata la Lega Nord. Oggi la Lega ha un rapporto fortissimo con il Pdl. Non perché si sono piaciuti, ma perché porta a casa risultati e risorse. Vuole portare a casa anche un federalismo che se va avanti per come è stato impostato sarà micidiale per il Sud".

Ancora Lombardo ha detto: "Ci sono 26 mila forestali e per questo veniamo sputtanati sulla stampa nazionale. Stiamo garantendo quello che possiamo, ma i conti devono quadrare. Ne vogliamo assumere 300 mila? Ma chi li paga? Io a casa mia voglio il maggiordomo o la ballerina di danza del ventre? Sicuramente no - ha aggiunto Lombardo - ma in ogni caso se li assumo, a fine mese li devo pagare, ma non vendendo la casa, perché se vendo la casa sono un pessimo padre e i miei figli, loro sì, i miei cittadini in questo caso, dovrebbero prendermi a botte e cacciarmi".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php