Live Sicilia

Parla il presidente dell'Ars

Cascio: "E' l'ora del dialogo
per sbloccare la Regione"

VOTA
0/5
0 voti

''Per non trovarci in tempi più bui la Regione siciliana inauguri una stagione di maggiore responsabilità, anche sedendoci tutti intorno ad un tavolo senza guardare alle appartenenze politiche". E' l'appello lanciato dal presidente dell'Assemblea regionale siciliana Francesco Cascio, intervenendo alla presentazione del libro ''La zavorra'', dei giornalisti Enrico Del Mercato ed Emanuele Lauria, dedicato ai costi e ai privilegi della Regione.

 ''Quattro crisi di governo in due anni e mezzo - ha aggiunto - hanno rallentato l'attività legislativa del parlamento siciliano, che pure ha varato 70 leggi di qualità nell'arco della legislatura ma occorre che si proceda sempre più nella strada dell'efficienza della responsabilità e nell'abolizione delle norme che sanciscono immotivati privilegi''. Cascio ha sottolineato che attualmente ben undici direzioni regionali sono vacanti e non si nominano ancora i dirigenti ''con un conseguente blocco della burocrazia''. Il presidente dell'Ars si è soffermato poi sul suo impegno personale nell'abolizione degli sprechi. ''Da due anni e mezzo mi dedico personalmente ad indagare ed abolire le norme che sanciscono i privilegi all'Ars, come quello che non esiste più e prevedeva pensioni più alte per i componenti del consigli di presidenza, attività che mi ha procurato non pochi scontri e durissime opposizioni - ha spiegato - mi piacerebbe che l'opinione pubblica e la stampa si accorgesse di questo impegno, non per essere ringraziato''. Cascio ha poi auspicato benefici dal federalismo fiscale''. ''La situazione è difficile - ha detto - nel bilancio presentato dal governo mancano due miliardi di euro e sono stati tagliati del 50% i trasferimenti agli enti locali e ridotti i contributi per i teatri''.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php