Live Sicilia

Mafia

Nino Strano si difende:
"Fu una visita di carità umana"

VOTA
0/5
0 voti

iblis, mafia, marsiglione, nino strano, Cronaca
''E' stata una visita finalizzata alla mia partecipazione alla Messa di Natale, concordata il giorno precedente col cappellano del carcere, effettuata con intenti di carità umana''. Lo afferma l'ex senatore del Pdl, adesso esponente di Fli, Nino Strano sul suo incontro nell'istituto penitenziario di Bicocca, in qualità di parlamentare, con Francesco Marsiglione, uno degli indagati dell'inchiesta Iblis su rapporti tra mafia, politica e imprenditori della Procura di Catania. ''Durante tutta la mia permanenza all'interno della struttura carceraria, dal momento del mio ingresso a quello della mia uscita - sottolinea Strano, che è stato assessore al Turismo della giunta Lombardo - ho avuto sempre al mio fianco agenti di polizia penitenziaria e non mi sono mai trovato da solo a colloquio con detenuti. Come tutti i politici di qualsiasi orientamento e livello, ho discusso migliaia di volte di sollecitazioni per posti di lavoro o di candidature elettorali; non penso che questo costituisca reato, comunque è una valutazione che lascio serenamente alla magistratura, alla quale sono disponibile a rispondere di tutte le mie azioni, se e quando dovesse essermi richiesto''.
''La mia coscienza è assolutamente tranquilla: non sono mai stato interessato a logiche criminali o affaristiche, o ad associazioni mafiose - chiosa Nino Strano - per me parlano i miei conti bancari e il mio patrimonio, azzerato dalla passione politica. Questi sono i fatti, che nessuno potra' smentire; le speculazioni politiche le lascio ai professionisti della materia''.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php