Live Sicilia

Il Pdl critica il Pd

"Giustizialismo a Roma
Libertinismo in Sicilia"


, Politica
Il commento del Pdl siciliano riguardo la posizione assunta dal Pd dopo lo scoppio del caso Lombardo, con l'inchiesta aperta nei suoi confronti dalla Procura di Catania, è duro, ironico e tagliente: "Ci complimentiamo con alcuni dirigenti del Pd siciliano che hanno compiuto un grande sforzo di revisionismo culturale - scrivono in una nota il capogruppo all'Ars Innocenzo Leontini e gli altri deputati regionali -. Ci riferiamo a chi, come Lumia, Cracolici, Lupo, è riuscito a conciliare il giustizionalismo sessuale a Roma con il liberismo, anzi il libertinismo giudiziario in Sicilia".

I deputati del partito che fa capo al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, quindi vanno oltre, concentrando il loro attacco nei confronti dei magistrati presenti nella giunta Lombardo: "Sotto la loro cappa - aggiungono - comprendiamo il silenzio, anch'esso culturale, di magistrati-assessori come Chinnici e Russo, o di ex prefetti come Marino. Pertanto esprimiamo convinta solidarietà a Cracolici, attaccato al suo interno da alcuni retrogradi oltranzisti che, come Bianco, ma soprattutto Borsellino e Fava, si attardano a considerare il peso del loro cognome e gridano ingiustificatamente al tradimento della loro identità e del popolo siciliano. Cracolici traditore? Mai! Di Lombardo e del Mpa - concludono - non parliamo, loro cosa c'entrano con tutto questo?".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php