Live Sicilia

Economia

Aziende, in un periodo di crisi
Ecco chi riesce ad invertire la rotta

VOTA
0/5
0 voti

azienda, Economia, tradimalt, Economia
La Sicilia si posiziona al primo posto per utili e fatturato nel segmento dei premiscelati cementizi, nonostante gli effetti della crisi economica abbiano toccato aziende radicate. Tradimalt, azienda siciliana che ha invertito la rotta, attiva nella produzione e commercializzazione di adesivi, prodotti chimici e soluzioni tecniche per il mercato delle costruzioni, ha generato un costante trend di crescita che si misura in un incremento del 380 per cento di fatturato in sei anni. Un risultato in netta controtendenza se confrontato con la profonda crisi che ha colpito il settore dell’edilizia coinvolgendo anche l’area dei lavori pubblici. L’azienda con sede nella provincia di Messina, ha registrato un fatturato di circa 9 milioni di euro nel 2009 (in crescita del 9% rispetto al 2008).

Giuseppe Coniglio



Un risultato in netta controtendenza, se consideriamo il primo scorcio del 2010, che ha registrato pesanti perdite sia in termini occupazionali sia per numero di aziende perse sul campo. I numeri diffusi dall’Ance sono drammatici e descrivono un comparto che nel 2009 ha registrato la perdita di 137mila posti di lavoro che lievitano a 210mila se si considera tutto l'indotto. Per non parlare delle imprese: più di 2.000 sono fallite nel corso dello scorso anno (30% in più rispetto al 2008) e le previsioni sono ancora più pesanti con un altro 30% in più ma concentrato nel primo trimestre del 2010. Il totale della mortalità imprenditoriale si attesta su -9mila imprese nel 2009 e altre 7.800 che hanno chiuso i battenti tra gennaio e marzo di quest'anno. Nonostante il brusco rallentamento dell’economia, Tradimalt ha migliorato i conti e scommette nel futuro: dare un peso al proprio marchio e puntare strategicamente su nuovi mercati. A conferma di questa politica, la società che ha chiuso il proprio bilancio con quasi un incremento del 10 per cento rispetto all’anno precedente con un aumento cospicuo di vendite, si presenterà alla 18 esima edizione del Saem, Salone dell’edilizia del Mediterraneo in programma dal 4 al 7 novembre a Catania, proponendo in anteprima Magistra, una nuova gamma di prodotti, vocata al restauro. “La scelta di operare in un nuovo settore, – ha spiegato l’amministratore unico Giuseppe Coniglio – conferma la volontà dell’azienda di investire in nuove soluzioni che possano seguire le esigenze del  mercato soprattutto investendo anche in altre aree geografiche come la Puglia, Calabria, Basilicata”. La nuova linea Magistra, per la valorizzazione e il recupero dell’architettura di pregio, consente all’azienda, di aprire le porte ad un nuovo segmento di mercato competitivo ed esigente dove la prestazione tecnica è garantita da elevati standard di produzione industriale. In un momento in cui la bioedilizia rappresenta un nuovo modo di porsi nel costruire, in cui vengono valorizzate attività artigiane sostenibili di antica tradizione legate al mondo del restauro e del recupero tecnologico del patrimonio edilizio storico – ha spiegato l'amministratore unico ing. Giuseppe Coniglio - la nascita di Magistra ci sembra il modo più efficace per contrastare la crisi del mercato, e potenziare le nostre attività in un settore affascinante e stimolante come quello del restauro e della bioedilizia”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php