Live Sicilia

Il presidente rosanero

Il patron Zamparini carica i suoi:
"Con la Lazio giocheremo alla grande"


Articolo letto 525 volte
VOTA
0/5
0 voti

calcio, campionato, serie a, zamparini, Sport
La sfida contro la Lazio si avvicina (appuntamento domenica a pranzo) e Maurizio Zamparini comincia ad entrare nel clima della partita. Il presidente del Palermo, intervenuto oggi a Radio Radio, spiega che sarà una partita "contro la squadra che in questo momento viaggia col vento in poppa". Poi azzarda: "Il Palermo domenica giocherà alla grande. Spero che, quella del Barbera, sarà una partita di calcio e non un match troppo tattico". "La Lazio - fa notare Zamparini - dispone di una grande difesa e non si trova certo per caso in testa alla classifica. Occupa il primo posto, perché sta interpretando il vecchio calcio all'italiana, affidandosi al famoso detto 'primo non prenderle'. A Bari ha disputato una splendida partita, tatticamente è messa molto bene in campo, la considero una seria candidata per lo scudetto". Dunque, capitolini favoriti e Palermo vittima predestinata? A sentire Zamparini non si direbbe. "Non ritengo il Palermo inferiore alla Lazio - è il parere del patron rosanero -. La squadra di Rossi è più brillante in certe situazioni, anche se a volte ha un atteggiamento troppo spavaldo. Domenica dovremo far attenzione, perché in trasferta la Lazio può giocare meglio, perché potrebbe disporre di spazi più ampi: gli uomini di Reja cercheranno di non far esprimere il Palermo, ma noi giocheremo lo stesso, perché la squadra ha avvertito la scoppola di Udine ed ha voglia di riscatto. Il peggior difetto del Palermo? Siamo troppo deficitari quando difendiamo. I problemi deve risolverli l'allenatore, non io.
Subiamo troppi gol: se vogliamo disputare un campionato di eccellenza dobbiamo sistemarci dietro. L'allenatore lo sa, ne abbiamo parlato diverse volte". In estate, anche il Palermo aveva inseguito Hernanes, poi finito alla Lazio. "Non
ho rimpianti per Hernanes - sottolinea Zamparini - perché da noi avrebbe avuto qualche difficoltà ad inserirsi: ha caratteristiche simili a Pastore, ma noi siamo contenti di avere preso Ilicic". A proposito di Pastore, il presidente
del Palermo ribadisce che "sarà molto difficile farlo rimanere a Palermo, per un problema d'ingaggio". "L'anno prossimo - fa notare Zamparini - resterà sicuramente a Palermo". Ultima battuta sulla Lazio e sul presidente Lotito, con il quale - proprio a proposito del trasferimento di Hernanes - Zamparini, qualche mese fa, è entrato in polemica. "Lotito ed il suo ds sono stati bravissimi - dice - hanno mantenuto l'intelaiatura della passata stagione e le cose sono andate come stanno andando".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php