Live Sicilia

Alcuni stralci dell'intervista incriminata

Da Kabul a Crisafulli


Articolo letto 553 volte
VOTA
0/5
0 voti

crisafullli, raffaele lombardo, Politica
Kabul e il Pd
"Se trascorressi 15 giorni a spasso per Kabul mi sentirei in vacanza, tanto la mia vita è complicata: me ne stanno facendo vedere di tutti i colori. Ma qualunque cosa ordiranno, vado avanti su questa strada. Compromessi zero. Tant'è che ho varato una giunta di tecnici sostenuta da Mpa, Fli, Udc di Casini, Api di Rutelli e dal Pd: almeno dalla sua ala antimafia, maggioritaria".

Cuffaro e Crisafulli (e Bianco e Miccichè)
"Crisafulli e Totò Cuffaro sono fratelli siamesi. Bianco ce l'ha con me perché nel 2005 l'ho fatto perdere appoggiando Scapagnini sindaco a Catania. Micciché ha ricucito col Cavaliere ma non può tornare a casa perché lo aspettano per fargli la festa gli Alfano, Schifani e dintorni: così s'è inventato Forza del sud, sorta di "sindacato giallo": meridionalista a parole, giura fedeltà eterna a Berlusconi, quindi in fondo alla Lega".

Alfano
"E Alfano è sceso in campo in prima persona: in Sicilia deve avere solo vassalli, e un presidente autonomista gli rompe i giochi. Ascarismo, si chiama questa struttura culturale e psicologica: campieri che vessano i siciliani per presentarsi a Roma, col cappello in mano, a riscuotere dai padroni".

Prestigiacomo
(domanda) E Stefania Prestigiacomo, che il suo senatore Giovanni Pistorio chiama ministra... (risposta)"Per la devastazione dell'ambiente". "La Prestigiacomo è molto affezionata ad alcune realizzazioni nella sua area di Augusta. In particolare a un rigassificatore a Priolo, Erg, cioè Garrone, più Shell, e a un termovalorizzatore".

Giustizia a orologeria?
"Sa quando comincia la mia vicenda giudiziaria? Quando assesto un colpo micidiale sul piano dei rifiuti. Bloccati i termovalorizzatori, una partita da 5-6 miliardi di euro, mi ritrovo sul tavolo la richiesta dell'Agenzia regionale rifiuti, diretta da un uomo dell'ex-presidente Totò Cuffaro, di rimborsare comunque le aziende, la Falck e le altre scelte nella gara fasulla di cui parla Pecorella, per le spese che avrebbero sostenuto nei siti dove dovevano sorgere i termovalorizzatori: un conto da 329 milioni".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php