Live Sicilia

Lampedusa

Facevano prostituire le tre figlie
In manette coppia di genitori


Articolo letto 536 volte
VOTA
0/5
0 voti

arresti, genitori, lampedusa, prostituzione, sicilia, violenza, Cronaca
Gli agenti della polizia di Stato di Palermo, in collaborazione con quelli di Porto Empedocle, hanno arrestato tre persone a Lampedusa con l'accusa di violenza sessuale, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile: le manette sono scattate per i genitori di tre bambine costrette, dietro minaccia, ad avere rapporti sessuali a pagamento con un 78enne, anch'egli arrestato. Inoltre dalle indagini è stato accertato che la coppia di genitori lasciava le bambine, non ancora quattordicenni, vicino al parco giochi e alla scuola dell'isola, costringendole ad essere avvicinate dai potenziali clienti a cui offrire prestazioni sessuali dietro pagamento di somme che si aggiravano tra i 3 e i 10 euro. Ad ordinare l'arresto è stato il gip del tribunale di Palermo su richiesta della Procura del capoluogo siciliano. Il padre delle bambine è stato rinchiuso nel carcere palermitano dell'Ucciardone; per gli altri due invece è stato disposto il regime di arresti domiciliari a Porto Empedocle e Lampedusa. La famiglia era già stata oggetto di indagine da parte dei servizi sociali nel 2007, quando fu accertato l'estrema situazione di degrado in cui viveva il nucleo familiare.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php