Live Sicilia

L'intervista. La sinistra e l'Umberto

"Questore, spieghi cosa è successo"


Articolo letto 930 volte
VOTA
0/5
0 voti

questura, sel, sergio lima, umberto, Cronaca
Chiede al questore di "far sentire la sua voce" Sergio Lima, portavoce provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà. Si parla della Digos e della vicenda dell'Umberto. Ma non solo.

Dopo gli scontri di sabato e dopo il proscioglimento dei tre ragazzi, che clima si respira a Palermo?
"Purtroppo nonostante la magistratura sia intervenuta sedando un eccesso, il fatto che si stia respirando un clima di avversione verso le forze dell'ordine è avvertito dagli stessi agenti di polizia.  Si sta respirando un clima un pò troppo permissivo, un silenzioso beneplacito a calcare la mano, credo soprattuttutto che la modalità oltre al fatto in sè sia preoccupante, sia per quanto è avvenuto durante la visita del Papa, con la rimozione dello striscione su Milingo dalla libreria "Altroqundo",  sia quello che è successo sabato all'Umberto I.Credo che il questore abbia il dovere di far sentire la sua voce. Non c'è il problema di un clima da caricatura del '68. Questa città non ha queste pulsioni. Sembra che ci sia un eccesso di protagonismo da parte della questura".

Protagonismo? Per quale motivo?
"Qualcuno dovrebbe rispondere sul clima che si sta vivendo all'interno della questura. Non discuto del fatto che sia necessario intervenire. Ma le modalità sembrano ingiustificabili. Che motivo c'era di entrare il tre ottobre ad 'Altroquando' con quella brutalità? Che motivo c'era di trattare tre ragazzi come se fossero pericolosi criminali?".

Qualcuno ha rispolverato antiche situazioni.
"Dove sta l'estremismo in un sit-in di venti persone che distribuiscono volantini e scandiscono slogan? Non hanno fatto un corteo verso la sede di Casa Pound o del Pdl. E il passo non è automatico. Non credo che ci sia un clima di violenza in venti ragazzi che manifestano per un principio costituzionale qual è il rigetto al fascismo. Non credo fossero pericolosi estremisti. A maggior ragione trovo ingiustificato un intervento simile, non lo capisco. E l'unico che ci può rispondere è il questore. E chiedo anche alle altre forze politiche di sostenere questa richiesta. Credo che sia utile per tutti. Se c'è un disegno mirato ad alzare la tensione, si assuma la sua responsabilità. Dovrebbe mantenere l'ordine pubblico non alimentare la tensione".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php