Live Sicilia

A un mese dal suicidio del dottorando

Una giornata per Norman


Articolo letto 602 volte
VOTA
0/5
0 voti

mistero della libertà, norman zarcone, suicidio, università palermo, Cronaca
"Il Mistero della Libertà - Tutti insieme per Norman" è il titolo di una giornata di riflessione e confronto in memoria di Norman Zarcone, ad un mese dalla sua prematura scomparsa. Mercoledì 13 ottobre - alle 17,30 - si terrà una funzione solenne alla chiesa San Giovanni Bosco di via Messina Marine e, a questa, seguirà una fiaccolata fino alla sede del rettorato, allo Steri. Lì, amici e conoscenti, ricorderanno Norman e la sua passione per la scienza e la filosofia. A questo momento di raccoglimento parteciperanno anche artisti vari, colleghi, amici per una "testimonianza di amore" nei confronti di un giovane e brillante studioso. Senza retorica, solo con l'amore e i ricordi a viva voce di chi lo ha conosciuto, con l'accompagnamento musicale dal vivo.

Allo Steri sarà anche proiettato un video dedicato a Norman. Un video in due parti: la prima dedicata a Falcone e Borsellino, per i quali Norman, a quattro mani col padre, il giornalista Claudio Zarcone, aveva composto la canzone "Un cielo senza stelle" (cantata dalla madre Giusy) e un seconda parte con immagini di Norman nella sua quotidianità. Nel video si ascolterà, inoltre, la colonna sonora composta da Norman con l'amico Gabriele Confaloni, per il cortometraggio di un giovane regista siciliano.

"Piango mio figlio, ormai piangerò per il resto dei miei giorni - confessa il padre, Claudio Zarcone - ma la sua memoria non deve morire. So che alcuni esponenti politici, di sinistra e di destra, hanno richiesto al presidente della Regione e al presidente dell'Ars di far nascere una Fondazione culturale 'Norman Zarcone', che possa essere rifugio di filosofi, poeti, musicisti, liberi cervelli. Spero che queste richieste non passino sotto silenzio, anzi invito l'assessore Centorrino a sposare una giusta causa e lo chiedo proprio a lui che ha dimostrato umanità e sensibilità venendo a pregare con me sulla tomba di mio figlio, che neanche conosceva".

Subito dopo la tragedia, quel maledetto 13 settembre 2010, il Rettore Lagalla aveva espresso il proprio intendimento di assegnare il dottorato pressoché concluso alla memoria di Norman Zarcone e di far intitolare un'aula della Facoltà di Lettere al giovane dottorando in Filosofia del Linguaggio. Anche il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, aveva voluto esprimere il proprio cordoglio alla famiglia Zarcone, telefonando direttamente al padre, Claudio. L'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici (Napoli) e il Centro Europeo 'G. Giolitti' (Dronero) proprio in queste ore avevano assegnato il diploma alla memoria a Norman Zarcone, il quale avrebbe dovuto partecipare alla XII Scuola estiva di Alta Formazione del 27-29 settembre scorsi sul tema "La crisi dell'Italia liberale 1921-1924".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php