Live Sicilia

Il caso di Salvatore Crifafulli

Le (nuove) scuse dell'Inps


Articolo letto 748 volte
VOTA
0/5
0 voti

inps, salvatore crisafulli, Cronaca
La richiesta di documentazione sull'invalidità di Salvatore Crisafulli, il giovane catanese in stato vegetativo dal 2003, è stata un "errore informatico" dell'Inps. Lo afferma il coordinatore nazionale del comparto medico legale dell'Istituto di previdenza, Massimo Piccioni, che chiede scusa a Crisafulli e ai suoi familiari. "E' stato un errore informatico - spiega - Crisafulli non doveva ricevere nessun invito a produrre documentazione. Lo avevamo già esonerato da qualunque controllo. E' stato un errore, chiedo scusa a nome dell'Istituto". Piccioni, che è anche presidente della Commissione medica superiore invalidità dell'Inps, ha ribadito quindi che nessuna documentazione dovrà essere presentata dal giovane per continuare a percepire l'assegno di invalidità.

L'Inps era già ricorsa ad analoghe scuse il 20 aprile 2009.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php