Live Sicilia

Gianfranco Fini a Palermo

"Il federalismo? Attenzione al Sud
Auguri alla nuova giunta"


Articolo letto 529 volte
VOTA
0/5
0 voti

federalismo, gianfranco fini, raffaele lombardo, sicilia, Politica
Il federalismo fiscale come grande e storica opportunità, parola di Gianfranco Fini. La terza carica dello Stato, oggi a Palermo in occasione dell'apertura dei lavori della riunione invernale dell'Osce – l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa – ha visitato nel pomeriggio palazzo d'Orleans e incontrato la giunta del quarto governo Lombardo. Esecutivo sul quale Fini si è espresso positivamente e a cui ha augurato buon lavoro: “A questa giunta – ha detto il presidente della Camera – come alle passate e future devono essere fatti gli auguri sinceri di buon lavoro, con buona pace di chi pensa che nel Meridione non sia possibile amministrare la cosa pubblica in modo corretto, capace, onesto e rispettoso degli interessi comuni. Auspico – ha aggiunto - nel rispetto dei ruoli, che ci sia una sinergia tra i vari livelli istituzionali, fra la giunta e l'Assemblea. E' necessario che ci sia confronto e collaborazione dialettica che chiami alle proprie responsabilità anche gli altri livelli istituzionali".

Fini, in visita ufficiale in qualità di presidente della Camera, ha preferito non rispondere a domande di natura politica, limitandosi a indossare la sua veste istituzionale. Ma a proposito dell'ultimo provvedimento approvato a Roma, il federalismo fiscale, Fini ha parlato, appunto, di una grande opportunità “perché – ha detto – il passaggio dalla spesa storica alla spesa standard determinerà inevitabilmente l'assunzione di responsabilità delle classi dirigenti meridionali, che sarebbe un errore non considerare pronte a questa sfida. Da italiano che conosce il Sud credo che le classi dirigenti meridionali saranno all'altezza. Certo è – ha aggiunto Fini – che deve essere congegnato in modo tale che anche al Sud sarà possibile vincere la sfida, quindi non ci dovranno essere meccanismi tali da determinare un allontanamento della coesione nazionale”.

Alla breve conferenza stampa è intervenuto anche Raffaele Lombardo, che proprio sul tema del federalismo fiscale ha sottolineato: “Non vorrei che questo federalismo fiscale sia un grande specchietto per le allodole, vedremo. Non so dove sia la solidarietà, invece della fiscalità di vantaggio abbiamo una fiscalità di svantaggio in cui ad abbassare le tasse saranno regioni come la Lombardia: è una bella fregatura”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php