Live Sicilia

In ricordo di Mario Bignone

L'uomo che prese Nicchi


Articolo letto 473 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
Non dobbiamo dimenticarlo, Mario Bignone. Perché ha preso Nicchi, con i ragazzi della sua Catturandi per i quali nutriva un amore burbero, da capo. Perché ha preso, con i suoi, alcuni tra i latitanti più pericolosi che adesso sono finalmente foto segnaletiche. Perchè ha lasciato nel mondo, con un passo troppo breve, l'orma di cose che restano.

E' un riflesso condizionato pensare a lui ogni volta che i suoi ragazzi arrestano qualcuno. E' un dolore che si rinnova. I giornalisti sono corazzati - così almeno si dice - e cuciono una pelle supplementare sul loro tessuto cutaneo, per reggere i colpi della vita che poi diventeranno cronaca. Ogni tanto, per sorteggio del destino, ci sono persone e storie che non scivolano via, sull'epidermide coriacea. Rimangono appese. Ti accompagnano nel cammino. Diventano un punto di riferimento.

Mario Bignone è un ospite dolce e inamovibile nella memoria di coloro che, magari per poco, lo hanno conosciuto. Era uno che sapeva portare il distintivo senza chiacchiere e rimanere uomo. Qualità non esclusiva eppure nemmeno tanto diffusa. Mario Bignone ha lottato contro il suo dolore con coraggio e leggerezza. Non è riuscito a mettere le manette alla sua morte. Ha fatto molto di più: ha catturato il cuore di tutti con un esempio non retorico, umile, sincero.

Noi lo ricordiamo con amicizia. Il giorno in cui prese Nicchi,  era felice come un bambino. Poi ha sopportato da uomo forte e gentile il cambiamento della felicità in dolore e malattia. Ed è riuscito lo stesso a portare con sé una stoffa colorata di amore e di gioia nella valigia. Io conservo ancora un suo sms affettuoso e il suo numero di telefono alla voce "Bignone Mario" nella rubrica. Passeranno gli arresti, i latitanti, i giorni e le nuvole, non li cancellerò mai. Sarà un modo per tenere Mario vicino. Anche se ho imparato che gli amici lontani non sono davvero tanto lontani. Hanno soltanto messo le ali.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php