Live Sicilia

Caduta l'aggravante mafiosa

Scaduti i termini di custodia,
tornano liberi Sbeglia e Rizzacasa

VOTA
0/5
0 voti

inchiesta, libertà, mafia, rizzacasa, sbeglia, Cronaca
A fine giugno era caduta l'aggravante di mafia per l'imprenditore Vincenzo Rizzacasa, titolare dell'Aedilia Venusta, e il boss
Salvatore Sbeglia (nella foto) che avevano così lasciato il carcere per gli arresti domiciliari. Adesso sono scaduti anche i termini di custodia e i due sono liberi. Il manager e il mafioso, che ha già scontato una condanna per 416 bis, erano finiti in manette il 10 giugno per fittizia intestazione di beni. Grazie al venir meno dell'aggravante di mafia, si sono ridotti a tre mesi i termini di custodia.
Per il Riesame, che ha escluso l'aggravante mafiosa, i soldi finiti nell'Aedilia Venusta di Rizzacasa sarebbero stati esclusivamente quelli di Sbeglia, e non di Cosa nostra. E così, anche per Sbeglia si è alleggerita la posizione. La Procura ha fatto ricorso in Cassazione ma, nel frattempo, sono stati gli stessi pm Marcello Viola, Nino Di Matteo e Lia Sava a chiedere il ritorno in libertà dei due indagati. Richiesta accolta dal Gip Maria Pino.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php