Live Sicilia

Castiglione a Livesicilia

"Miccichè l'ha capito:
Lombardo non è all'altezza"


castiglione, micciché, pdl lealista, pdl sicilia, pdl ufficiale, Politica
Pace quasi fatta tra il Pdl ufficiale e Miccichè, anzi tra di loro sono sempre rimasti rapporti cordiali, anche negli scorsi mesi. Le reciproche dichiarazioni poco gentili? “In politica se uno va appresso alle dichiarazioni non ci arriva più”. Parola di Giuseppe Castiglione, coordinatore regionale del Pdl.

Onorevole Castiglione, pace fatta con Micciché?
“Con Micciché abbiamo avviato positivamente un dialogo, la nostra valutazione è sempre stata quella di guardare all'unità del partito e alla leadership del presidente Berlusconi”.

E questo vostro riavvicinamento comporta il nuovo distacco tra Micciché e Lombardo.
“Micciché è un politico molto avveduto, ha capito che il governo Lombardo non era all'altezza di risolvere le emergenze della Sicilia”.

Quindi divorzio fatto? Lei e Micciché vi siete visti? Vi siete sentiti?
“Sì, in questo periodo ci siamo sia visti che sentiti, ma in generale abbiamo sempre mantenuto rapporti cordiali”.

A guardare le reciproche dichiarazioni degli scorsi mesi non si direbbe.
“Ma in politica se uno va appresso alle dichiarazioni non ci arriva più. E poi il dato evidente e sotto gli occhi di tutti è uno soltanto”.

Quale?
“Che l'obiettivo di Lombardo era quello di dividere i grandi partiti e accrescere il suo piccolo partito. Obiettivo fallito. Non solo il suo partito non è cresciuto, ma noi siamo ancora tutti insieme. Micciché ha capito che alcune idee sono impossibili da realizzare con questo governo”.

Che ne sarà del Pdl Sicilia?
“Il Pdl Sicilia non è mai esistito. C'era solo un gruppo che faceva riferimento a Micciché”.

A proposito di Micciché, nelle sue ultime dichiarazioni ha criticato fortemente l'assessore all'energia, Pier Carmelo Russo.
“Ma qua il problema non è Russo. Io lo conosco personalmente, è un ottimo tecnico e una persona che stimo. Qui il giudizio è politico, gli effetti di questa legge si stanno vedendo”.

Cioè?
“I Comuni sono carichi d'immondizia e sull'orlo del disastro economico e come se non bastasse ad oggi non ho visto nessun piano di gestione dei rifiuti, che al tempo fu presentato in pompa magna dallo stesso Lombardo. Ma ripeto il giudizio non è sul singolo assessore. Un assessore soltanto non può fare niente in questa giunta”.

Ieri Lombardo ha annunciato che martedì presenterà la nuova giunta. Come sarà?
“Sarà un governo monocolore, del colore di Lombardo, appena appena tinto di rosso. Ormai ci affidiamo alla Cabala, proviamo col terno al lotto. Potremmo giocarci il 14 dell'Mpa e il 2 di Rutelli. Sicuramente possiamo giocarci i sei finiani. E il 27 del Pd? Lo dobbiamo puntare ufficialmente oppure no?”

Lombardo dice che anche l'Udc è con lui.
“Non è quello che dice il segretario regionale dello scudocrociato, Saverio Romano. Io non credo che l'Udc sarà dentro. Diciamo che potrebbero esserci un paio di deputati eletti nelle fila dell'Udc, che è ben diverso”.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php