Live Sicilia

I detenuti non acquistano sopravvitto

Proteste all'Ucciardone
per il sovraffollamento


Articolo letto 1.186 volte
VOTA
0/5
0 voti

fleres, protesta, sovraffollamento, ucciardone, Cronaca
Da giovedì per protesta contro il sovraffollamento i detenuti della sezione 7 dell'Ucciardone hanno deciso di "non acquistare più prodotti al sopravvitto ad esclusione di alcuni generi. Analogamente a quanto sta accadendo alla sezione 9". Lo rende noto il senatore Salvo Fleres, garante per la tutela dei diritti fondamentali dei detenuti e per il loro reinserimento sociale. "Dal primo luglio due sezioni dell'Ucciardone inizieranno la loro protesta - dice - e devo presupporre che ad esse si affiancheranno anche le altre per via delle ultime lettera che ho ricevuto. Ho già formulato al ministro Alfano l'invito a recarsi presso la struttura palermitana per constatare la realtà dei fatti e, soprattutto, per porre dei rimedi a tutela dei detenuti ed a sostegno della Direzione e del personale di Polizia penitenziaria, al fine di consentire una corretta applicazione dell'art. 27 della Costituzione. "La situazione - afferma Fleres - assume quotidianamente contorni sempre più gravi come dimostra l'ennesimo suicidio verificatosi oggi nel carcere di Giarre. Credo che a questo punto le pie intenzioni non siano più sufficienti. E' necessario un piano straordinario per l'elaborazione di modalità di pena non necessariamente carceraria".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php