Live Sicilia

La proposta

Il Pd Sicilia di Lumia e Cracolici


Articolo letto 507 volte

, Politica

Giuseppe Lumia



L'ideuzza non è mai stata abbandonata. Era lì che ronzava, che intramava, che scuoteva i sonni. Oggi un nuovo outing su "Repubblica". Beppe Lumia si mette il cappello da Miccichè e confessa, rinnovando la sua passione: "Occorre mettere in piedi un Pd Sicilia autonomo e indipendente dal correntismo romano che possa sedersi al tavolo con Lombardo per dettare l'agenda delle riforme da fare e da portare a termine. Un Pd che non dovrà mai allearsi con questa Udc".
Insomma, un altro strappo, un'altra rogna per il paziente segretario Peppino Lupo che non può godersi nemmeno un attimo di serenità. C'era il vento buono delle amministrative che aveva premiato la linea "divaricata" dei democratici ("Sì alle riforme, ma dall'opposizione"). Si respirava un'aria di serenità. Invece, Lumia accende la miccia di una proposta che rischia di fare saltare le polveri del cosiddetto dibattito. L'accenno al "correntismo romano" a molti non sarà piaciuto. Tuttavia Lumia rifugge ogni paragone con Miccichè: "Che sta facendo molti passi indietro, diretto verso il rientro nel Pdl lealista". Sembrerebbe una netta presa di distanze. Ma nelle cose della politica siciliana, la lontananza, sai, è come il vento. Che oggi allontana e domani chissà...

E in serata, dopo un'altra dichiarazione all'Ansa nella quale si esprimeva con toni molto cauti,  arriva la "benedizione" di Antonello Cracolici: "'Un Pd autonomo e federato a quello nazionale - ha detto il capogruppo del Pd all'Ars - e' la prospettiva, per costruire un partito radicato nella societa' e nei territori, capace di mettere al primo posto gli interessi della siciliani, con una visione moderna e innovativa della Regione''. Quindi c'è armonia tra i due dirigenti del Partito democratico, che sabato, alle 10 a Palermo, incontreranno parlamentari e dirigenti territoriali del Pd per valutare le iniziative da assumere rispetto alle riforme ancora da fare alla Regione siciliana e sulle modalita' di attuazione di quelle gia' approvate dal parlamento siciliano.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php