Live Sicilia

La replica di Raffaele Lombardo

"La sfiducia? Una cosa ridicola
Presto incontrerò Berlusconi"


Articolo letto 618 volte

berlusconi, leontini, pdl lealista, raffaele lombardo, sfiducia, Politica
Alla fine la replica del presidente alla paventata sfiducia del Pdl lealista è arrivata. Il giorno dopo, ma è arrivata. "La richiesta per la mia sfiducia potrà raccogliere fino a 15-16 firme. Appena si arriva alla diciottesima i primi ritireranno la loro firma per evitare che si possa votare veramente. Questa è una delle tante iniziative ridicole di taluno". Lo ha affermato, oggi, per l'appunto,  il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, commentando l'annuncio della sfiducia ieri da parte del Pdl cosiddetto 'lealista'

 "La prossima settimana, d'intesa con il sottosegretario Gianfranco Micciché e Giulio Tremonti, incontrerò il presidente del Consiglio dei ministri, Silvio Berlusconi, per affrontare problemi immani, il più grande dei quali quello dei 22.500 precari nell'isola". Lo ha annunciato il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, a margine dell'audizione davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta sugli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti, in corso a Catania. "I precari - ha spiegato Lombardo - non costano un euro allo Stato: li vorremmo pagare con le nostre risorse ma purtroppo, poiché sono stati prorogati di anno in anno, figurano come nuovi assunti. Noi stiamo facendo un disegno di legge che ne prevede la stabilizzazione". Lombardo ha confermato di avere ricevuto ieri sera "una telefonata dal premier Silvio Berlusconi", che ha definito "molto gradita".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php