Live Sicilia

Precari siciliani

I senatori del Pd presentano
emendamento alla Finanziaria


Articolo letto 612 volte
VOTA
0/5
0 voti

emendamento, finanziaria, pd, precari, senato, stabilizzazione, Politica
I senatori siciliani del Partito democratico hanno presentato tre emendamenti alla manovra finanziaria che prevedono la deroga al patto di stabilità e al divieto di assunzione per consentire la stabilizzazione dei precari regionali in Sicilia. In particolare, l'emendamento all'art. 9 del decreto legge stabilisce che "La Regione siciliana, nell'ambito della propria potestà legislativa, potrà emanare, in deroga alle disposizioni statali vigenti in materia di assunzioni di personale e di patto di stabilità, norme volte a garantire la stabilizzazione di personale destinatario del regime transitorio dei lavori socialmente utili da almeno dieci anni ovvero titolare di contratti a tempo determinato, stipulati a seguito di processi di stabilizzazione di lavoratori impegnati in attività socialmente utili, da almeno tre anni". Si prevede, inoltre, che "i limiti alle assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato non trovano applicazione per le amministrazioni pubbliche" e che "le disposizioni statali in materia di assunzioni di personale e di patto di stabilità non trovano applicazione per i lavoratori rientranti da almeno dieci anni nel regime transitorio dei lavori socialmente utili o in contratti di collaborazione coordinata e continuativa o in contratti a tempo determinato".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php

articoli correlati

14 L'annuncio del presidente Lombardo

"Entro giugno pubblicheremo
tutti i bandi comunitari"

L'annuncio campeggia direttamente sul blog del presidente della Regione, Raffaele Lombardo: "Entro il 30 giugno saranno pubblicati tutti i bandi ancora in fase di definizione, relativi ai programmi comunitari. E’ questa la conclusione emersa nel corso dell’incontro avvenuto ieri tra Raffaele Lombardo e tutti i dirigenti generali e le quattro autorità di gestione dei programmi comunitari. A margine dell’incontro, Raffaele Lombardo ha dichiarato: 'In un quadro complicato e complesso, abbiamo dato una accelerazione per arrivare a spendere tutte le risorse che sono a nostra disposizione.