Live Sicilia

Ai boss Rinella

Confisca a Palermo


Articolo letto 1.322 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Cronaca
La sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, sulla base delle indagini patrimoniali condotte dai carabinieri del reparto operativo del comando provinciale, ha confiscato beni del valore complessivo di circa 5 milioni di euro, riconducibili a Pietro e Diego Rinella, fratelli del capomafia di Trabia, Salvatore, condannato all'ergastolo. Diego Rinella e' stato condannato a 12 anni per associazione mafiosa ed estorsione; Pietro sconta una condanna all'ergastolo. Tra i e beni confiscati i complessi aziendali di due ditte individuali; il capitale e il complesso aziendale della 'F.lli Rinella S.n.c. di Rinella Diego e C.' e della 'Eris costruzioni S.r.l.'; uno stabilimento di inerti; due immobili a Termini Imerese e Caccamo, due appartamenti a Trabia e Caccamo; cinque appezzamenti di terreno; otto autovetture un autocarro. A carico dei fratelli Rinella, inoltre, il Tribunale ha disposto la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza rispettivamente per 3 e 2 anni.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php