Live Sicilia

Il nuovo corso del Pdl

Ora tocca al figliol prodigo?


Articolo letto 628 volte
VOTA
0/5
0 voti

gianfranco miccichè, silvio berkusconi, Politica
Gianfranco Miccichè

Gianfranco Miccichè



Alla luce dell'avvertimento Berlusconiano, acquista una nuova identità la lettera aperta
pubblicata qualche giorno fa sul blog di Gianfranco Miccichè. Un appello alla riconciliazione, al cammino "mano nella mano". Formalmente il figliol prodigo non scalfiva le ragioni del suo allontanamento dalla casa del padre. Però le sottolineava in una forma conciliante e intermittente nel Miccichè-pensiero: non fu tradimento il Pdl Sicilia, Caro Dottore. Fu un'azione tentata per amore da chi le vuole bene e non ci pensiamo più. Quella lettera - sotto i riflettori del discorso pronunciato oggi dal "padre" - somiglia sempre di più a una parata preventiva. Papi, non chiudere la porta. Però, chissà perché, stavolta abbiamo l'impressione che il figliol prodigo potrebbe fare la fine del vitello grasso. R.P.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php