Live Sicilia

Tra loro anche l'ex sindaco Scapagnini

Istituto scolastico a rischio crollo
Indagate quattro persone a Catania


Articolo letto 810 volte
VOTA
0/5
0 voti

Catania, istituto angelo musco, rischio crolli, scapagnini, Cronaca
La Procura di Catania ha indagato quattro persone nell'ambito dell'inchiesta su presunti problemi strutturali dell'istituito onnicomprensivo Angelo Musco, del popoloso rione Villaggio Sant'Agata frequentato da circa 500 alunni, che lo renderebbero a rischio in caso di terremoto e che e' sotto sequestro dal 14 aprile del 2009. Informazioni di garanzia sono state notificate all'allora sindaco e attuale parlamentare nazionale del Pdl, Umberto Scapagnini; l'allora assessore comunale alla Manutenzione e attuale deputato regionale siciliano del Mpa, Giuseppe Arena; il dirigente dello stesso assessorato, Giovanni Tomasello; e il progettista, Santo Cimillaro, che in una nota appositamente redatta segnalava come non necessari interventi di consolidamento nella scuola. Per tutti, il reato ipotizzato e' di omissioni in atti d'ufficio, Cimillaro e' indagato anche per falso ideologico. L'inchiesta, coordinata dal sostituto procuratore Lucio Setola, era stata aperta in seguito alla denuncia di un'impresa che aveva svolto dei lavori di adeguamento di alcuni impianti della scuola che aveva notato delle anomalie nelle strutture portanti dello stabile.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php