Live Sicilia

I radicali in visita al carcere di Palermo

"L'Ucciardone è una discarica"


Articolo letto 539 volte
VOTA
0/5
0 voti

carcere, marco pannella, rita bernardini, ucciardone, Cronaca
''Le carceri in Italia sono una discarica sociale''. Lo  ha detto ieri mattina Marco Pannella che insieme a una delegazione radicale  composta da Rita Bernardini e Matteo Angioli ha compiuto una visita ispettiva  alla casa circondariale Ucciardone a Palermo.''Vi sono grandi situazioni di povertà -  ha aggiunto Pannella - si continua a usare la pratica della detenzione in un modo che  non sarebbe permesso né dalla costituzione né dalla giurisdizione europea e internazionale. Il carcere è il museo della barbarie e della partitocrazia del sessantennio che ha preso il posto del ventennio fascista''. ''C'è la
dimostrazione che in Italia siamo caduti - ha osservato - antropologicamente in
basso. Ma stamattina (ieri mattina, ndr) all'Ucciardone con la nostra visita abbiamo suscitato  qualche sorriso che ci consente di sperare che proprio da queste comunità  forse riusciremo a rendere più civile questo paese''.  La situazione del carcere  borbonico di Palermo è stata descritta da Rita Bernardini. ''Sono stata qui nel  marzo 2009 e da allora - ha detto - non è cambiato nulla, la situazione è peggiorata e questo non per colpa della direzione o del personale che opera in  questo istituto ma per responsabilità dell'amministrazione centrale''. ''Vi  sono per ora 720 detenuti - ha affermato Bernardini - con un sovraffollamento  enorme nelle celle. I reclusi vivono in una struttura fatiscente, senza  riscaldamento. Si sta per aprire una nuova sezione ma manca il personale per  farla funzionare".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php