Live Sicilia

Avviso a pagamento su due giornali

Lettera aperta di Lombardo e Russo
Vi spieghiamo la riforma dei rifiuti


Articolo letto 661 volte
VOTA
0/5
0 voti

assunzioni, giornale di sicilia, la sicilia, lombardo, piercarmelo russo, rifiuti, Politica
Evidentemente i 24 addetti stampa della Regione non sono bastati. E così il presidente della Regione Raffaele Lombardo e il suo assessore all'Energia e ai Rifiuti Piercarmelo Russo hanno pensato bene di acquistare due evidenti spazi pubblicitari per spiegare meglio la nuova legge sui rifiuti. La lettera aperta è stata pubblicata stamane sia sul Giornale di Sicilia che su La Sicilia e Lombardo e Russo sono consapevoli di non aver raggiunto l'obiettivo di raccogliere l'attenzione della cittadinanza: "Molto si è detto e scritto sui contenuti di questa legge - scrivono infatti - spesso purtroppo in modo approssimativo: appare perciò necessario descrivervi gli aspetti più importanti". Ed ecco allora l'elenco dei vantaggi: "Gli Ato saranno ridotti da 27 a 10, il servizio rifiuti sarà gestito direttamente dai comuni, i comuni dovranno dare un forte impulso alla raccolta differenziata, la Regione siciliana ha scelto di non realizzare più termovalorizzatori"... etc, etc. Quel che preme al governatore  e al suo assessore è però rimarcare la vicenda del personale, rassicurando che non è vero che la riforma porterà al taglio di quasi 3 mila posti di lavoro . Scrivono i due nella lettera aperta: "Avviare la raccolta differenziata comporta la moltiplicazione dei posti di lavoro: per agganciare un cassonetto ad un autocompattatore basta un addetto, mentre per effettuare la raccolta differenziata specie se porta a porta sono necessari tre, quattro addetti". Più chiarodi così. Certo, per entrare a regime la riforma avrà bisogno di un certo rodaggio "è probabile - ammettono Lombardo e Russo - che per qualche mese ancora potremo continuare a soffrire, il servizio potrà non essere regolare e potranno aversi  momenti ulteriori di crisi, anche intensa".


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php