Live Sicilia

Serie A

Le pagelle di Palermo-Atalanta


Articolo letto 535 volte
VOTA
0/5
0 voti

, Sport
SIRIGU 6
Totalmente disimpegnato nella prima frazione di gara, si annoia e guarda la partita da spettatore. La ripresa per lui è più vivace, ma sicuramente non ha dovuto fare gli straordinari come a Marassi.

CASSANI 6

Tanti cross sfornati ma poca precisione. Trotterella sulla sua fascia di competenza, cercando di infilarsi spesso nella massiccia retroguardia orobica. È sempre attivo.

BOVO 6,5
Ordinato, diligente ed efficace. Il difensore rosanero conferma di essere in un ottimo periodo di forma. Non sbaglia un colpo ed è utile nelle ripartenze.

KJAER 6
Non ha Cassano davanti e gioca con molta più sicurezza e decisione. Orchestra alcune ripartenze, e dimostra di avere smaltito la sbornia post-feste e soprattutto di avere accantonato le insistenti voci di mercato.

BALZARETTI 6
Anche lui, come il suo compagno della fascia opposta, sforna tanti cross, ma la palla non becca mai gli alfieri rosanero. È cercato insistentemente dai compagni e ciò significa che non può mai distrarsi.

NOCERINO 6,5
Il solito lottatore. Combatte a centrocampo e forma una diga assieme al pelato Migliaccio. Tiene a bada gli avversari con la consueta grinta.

LIVERANI 7
Immenso. È lui che comanda, e alza anche la voce quando deve. Gestisce tutto lui senza sbagliare nulla. Amministratore unico.

MIGLIACCIO 6
Assieme a Nocerino anestetizza i dirimpettai. La solita prestazione ricca di determinazione e agonismo. È un elemento che si rivela sempre utile, per la sua corsa e per la sua tenacia.

SIMPLICIO 5
Decisamente sotto tono la sua prestazione. Non è mai incisivo, ed invece di capitalizzare le azioni rosanero le distrugge. Lascia il palcoscenico nella ripresa e il pubblico lo fischia, probabilmente le dichiarazioni di qualche giorno fa non sono state gradite, la rottura definitiva sembra ormai prossima.

CAVANI 7

Si dimentica di pigiare il tasto on e nel primo tempo resta spento. Si sveglia nella ripresa: si procura il rigore che lui stesso trasforma. È un altro Cavani rispetto a quello delle ultime apparizioni del 2009, insomma anno nuovo, vita nuova per il matador rosanero.

BUDAN 5,5
Si divora nel primo tempo un gol già fatto, non angolando di testa in rete un perfetto assist di Liverani. Copre la posizione, ma non riesce a dare lo spunto giusto.

SUCCI 6
Entra al posto di Budan nella ripresa. Non gioca tante palle, anche perché non è riuscito a trovare subito la condizione ideale. Quella di oggi probabilmente è stata la sua ultima partita con la maglia rosanero al Barbera.

PASTORE 7
No look per Cavani che si procura il rigore. Una giocata da fuoriclasse puro. Prende subito confidenza con la gara e cerca lo sfondamento in un paio di circostanze. È forte, e si vede.


/web/virtualhosts/catania.livesicilia.it/www/upload/assets/xml/1324,3,sotto-articolo.php